Mi hanno chiamato Nonno Ultimo perché sono ultimo tra gli ultimi, un fantasma che cammina. Una creatura che respira, ma di cui nessuno ricorda l’esistenza!

Sono stato accalappiato e finito in canile nel lontano 2003, avevo solo due anni.

Da allora passo la vita a fissare un quadrato di cemento, dalle pareti vuote, spoglie dove l’unico arredamento sono creature maledette come me e un secchio di cibo e di acqua!

Ho passato 13 anni a fissare un muro.

Poi gli occhi di una volontaria si sono posati su di me: ha visto un cane brutto, vecchio, malandato.

E ha sentito una profonda vergogna per la sua specie, e pietà di me. In 13 anni nessuno ha mai avuto pietà di me. Non esiste nei luoghi dove veniamo confinati e nascosti agli occhi del mondo intero!

(altro…)

|

Chicca & Samba erano due scriccioline in canile, dove consumare una vita intera.

Due vecchiette i cui occhi hanno bucato l’anima della nostra volontaria che le ha fotografate in canile. Facevano una tenerezza immensa.

Samba aveva le unghie talmente lunghe che non riusciva bene a camminare, e le orecchie rovinate. Chicca era cardiopatica.

Avevamo lanciato la scommessa: chissà se avremmo trovato per loro un giaciglio caldo e due braccia amorevoli dove passare gli ultimi anni di vita?

(altro…)

|

10_ritrattoQuella mattina del 22 agosto 2016 che andammo in canile, Maruzzo era lì fuori. Abbandonato, legato lì, dal giorno prima.

Non si era mosso perché il gestore gli aveva dato cibo ed acqua.

(altro…)

Pages:  12345...»

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close