Biscotto

Al mare

Al mare

L’avevano chiamato Biscotto, perché è dolcissimo – tanto dolce quanto triste, e il suo sguardo diceva tutto.

L’avevamo tirato fuori dal box dal quale non era mai uscito nemmeno per un minuto nella sua vita, per farlo fotografare, e lui timidamente era rimasto seduto fuori dalla porta della sua gabbia senza nemmeno il guinzaglio. Spezzava davvero il cuore.

Dopo le foto è tornato nella sua gabbia dove passava le giornate fissando il vuoto in quelle quattro fredde e squallide mura.

 

Era molto timido, triste, educato e discreto. Viveva in un box di cemento in un canile sovraffollato del Sud e trascorreva la sua giornata seduto in un angolino con il cuore frantumato da questa solitudine che aveva annientato la sua anima. Nulla aveva più un senso. Stava lì, fermo, in attesa che arrivi qualcosa a riscaldare il suo cuore … una carezza, una parola gentile.

… ed è arrivata Valeria di Torino. E per Biscotto è iniziata la VITA.

Comments are closed.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close